Omicidio stradale ed eccesso di velocità

Segnaliamo la sentenza n. 6366/2017, con la quale la Corte di Cassazione ha stabilito che  può non configurarsi l’omicidio stradale anche quando l’autore del fatto vada oltre il limite di velocità previsto dalla norme di circolazione stradale. Naturalmente, per giungere a tale conclusione, occorre che vi sia stata, da parte della vittima, una condotta imprevedibile e […]

Condizioni di separazione: incidenza della nuova famiglia e della concreta attitudine al lavoro

Segnaliamo la sentenza n. 789/2017, con la quale la Corte di Cassazione ha stabilito che, in tema di separazione personale, l’attitudine del coniuge al lavoro assuma rilievo, ai fini della determinazione dell’assegno di mantenimento, quando venga riscontrata un’effettiva possibilità di svolgimento di un’attività lavorativa. Perciò il giudice, dovrà tener conto non solo dei redditi in […]

Diffamazione a mezzo Facebook

Segnaliamo una recente sentenza della Corte di Cassazione (la n. 4873/17), con la quale si torna a parlare di diffamazione perpetrata a mezzo di social network. Si è giunti in Cassazione in quanto era stata impugnata un ordinanza con la quale un Gip aveva ritenuto che alcuni  “apprezzamenti” fatti attraverso Facebook nei confronti di un terzo, […]

Guida in stato di ebbrezza: non vale il test immuno-enzimatico

Segnaliamo un’interessante sentenza del Tribunale di Ascoli Piceno (la n. 1108/2016), che ha ritenuto il valore alcolemico risultante dalla metodica immuno-enzimatica su plasma anziché su sangue, non utilizzabile ai fini forensi. L’attendibilità del “test immuno–enzimatico”, infatti, è solitamente utilizzato per scopi clinici e terapeutici, ma non ha validità con riguardo alle finalità di prova in sede […]

Se il contratto di locazione è nullo, non spetta alcun indennizzo

E’ principio ormai noto che il contratto di locazione non registrato sia nullo; tuttavia, la novità introdotta dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 25503/16, concerne le conseguenze della nullità del contratto rispetto alle prestazioni già eseguite dal conduttore. E’ stato precisato , infatti, che quanto versato dal conduttore in forza di un contratto nullo costituisce […]

Il Condominio paga chi cade dalle scale

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 23727, pubblicata il 22 novembre 2016, ha stabilito che quando non risulti provato un “ruolo causale dell’acqua sulle scale qualificabile quale imprevedibile, inevitabile ed esclusivo, ossia eccezionale”, l’amministratore del condominio,  su cui grava il dovere di vigilanza e di controllo dei beni comuni, può incorrere in una  responsabilità personale per […]

Alcoltest: in caso di rifiuto gli agenti devono avvertire sulla facoltà di farsi assistere da un avvocato

In caso di rifiuto all’alcoltest, gli agenti devono avvertire della facoltà di farsi assistere da un avvocato; di conseguenza, il rifiuto di sottoporsi all’esame non cancella l’eventuale omissione dell’avvertimento. Infatti, il reato di rifiuto di sostenere al test  presuppone che all’imputato sia stato prima chiesto dagli agenti di sottoporvisi e che, per effettuare tale richiesta, l’organo di […]

Clausola “Vista e piaciuta”: non esclude la garanzia per vizi occulti

La clausola “vista e piaciuta” inserita dai contraenti al fine di escludere la garanzia per vizi non può riferirsi a quelli occulti, ossia a quelli che si possano manifestare solo dopo aver eseguito i normali controlli prima dell’acquisto. Dunque, l’espressione “vista”, se non accompagnata da precisazioni rafforzative, allude solo ai vizi agevolmente riscontrabili dall’acquirente a […]

Padre assente: obbligo di risarcimento del danno dalla nascita

Il Tribunale di Cassino, con la sentenza 15 giugno 2016 n. 832, ha condannato un padre  a pagare un ingente risarcimento (52mila euro) alla figlia naturale, ormai adolescente, per essere rimasto «assente» durante tutta la vita della stessa, malgrado fosse in regola con il pagamento del contributo mensile. Dunque, di fronte a un padre, che pur rispettando l’obbligo […]

Il direttore dei lavori non è corresponsabile per vizi progettuali nell’appalto

Il direttore dei lavori ha poteri di controllo sull’attuazione dell’appalto, essendo obbligato a vigilare affinché l’opera sia eseguita in maniera conforme al progetto, al capitolato e alle regole della buona tecnica; ciò, tuttavia, non lo rende per ciò solo corresponsabile con l’appaltatore per i difetti dell’opera derivanti da vizi progettuali, a meno che lo stesso sia […]