Ritardo nel pagamento dell’assegno di mantenimento: non è reato

 

Segnaliamo una importante sentenza della Corte d’appello di Palermo, la n.132 del 19 gennaio 2017, con la quale è stato stabilito che il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare, previsto dall’art. 570 del codice penale, si configura quando il coniuge che sia tenuto al versamento dell’assegno, ometta senza giustificato motivo il pagamento, oppure effettui solo dei pagamenti irrisori.

Viceversa, non vi è responsabilità penale nel caso in cui il pagamento venga effettuato in ritardo, a patto che la somma versata copra l’importo stabilito dal giudice in sede civile.